Bioarchitettura e casa ecologica sono temi che stanno riscuotendo un consenso sempre maggiore fra la popolazione.

bioarchitetturaLe case in legno sono abitazioni sane, dal basso consumo energetico e rispettose dell’ambiente. Con questo termine si intendono quelle case costruite completamente in legno, sia per la struttura portante, compresi solai e tetto, che per le pareti, siano esse di tamponamento o interne.

L’impiego del legno garantisce ecologicità e sostenibilità alla costruzione, dato che si tratta di un materiale completamente naturale e rinnovabile. Inoltre, grazie alle certificazioni di provenienza, arriva da foreste controllate, in cui si selezionano gli alberi da tagliare e al contempo se ne piantano di nuovi in sostituzione di quelli utilizzati. Per questo motivo molti sistemi di certificazione di sostenibilità ambientale ne premiano l’utilizzo. Infine il legno regala alle nostre case un senso di calore ineguagliabile ed è perfettamente compatibile con comfort termico, benessere e salute.

Storicamente il modello costruttivo della casa in legno si è sviluppato nei paesi centro e nord europei ma, negli ultimi anni, stiamo assistendo ad una sua notevole diffusione anche nei paesi dell’area mediterranea. Questo fenomeno è dovuto a molteplici fattori, tra i quali la reinterpretazione estetica in chiave moderna che molti architetti ne hanno dato. Se, fino a qualche anno fa si associava automaticamente l’idea della baita di montagna, oggi le case in legno hanno sviluppato un nuovo linguaggio architettonico, basta pensare alla finitura esterna, l’intonaco ha sostituito in molti casi il legno a vista. Altri fattori decisivi nella diffusione di questo modello sono il comfort e le elevate prestazioni che queste costruzioni garantiscono. Ad un’ottima performance termica ed acustica si associano ottime prestazioni antisismiche, dovute all’elasticità e alla leggerezza stessa del materiale, e anche ottime caratteristiche di resistenza al fuoco, in caso di incendio, al di là dei pregiudizi più o meno diffusi su quest’ultimo punto.

C’è poi un altro aspetto che rende estremamente competitivo questo modo di costruire: le possibilità di prefabbricazione e la conseguente notevole riduzione dei tempi di cantiere. Una volta ben definiti tutti gli aspetti progettuali dell’edificio che si vuole costruire, le varie componenti: strutture, pareti, solai e tetto, saranno tagliate e realizzate su misura in falegnameria, per essere poi trasportate al cantiere, dove possono essere assemblate a secco nell’arco di pochi giorni. In una sola settimana è possibile terminare al rustico la costruzione di una casa di medie dimensioni, per procedere poi con la parte conclusiva dei lavori di finitura. Portiamo ad esempio il caso della ricostruzione dell’Aquila, dove, impiegando queste soluzioni è stato possibile costruire nuove case, confortevoli ed antisismiche, in tempi molto ristretti.

Dal punto di vista strutturale si possono distinguere due sistemi principali con cui è possibile realizzare edifici in legno: a telaio o in legno massiccio.

Il primo, più largamente diffuso, è caratterizzato da un telaio portante composto da travi e pilastri, spesso in legno lamellare, che vengono a formare un reticolo strutturale di tipo puntuale, in analogia ai telai in calcestruzzo o in ferro.
Il secondo è caratterizzato da pannelli in legno massiccio di tipo continuo, che vanno a formare pareti portanti, che si incastrano poi con solai e tetti anch’essi realizzati con gli stessi pannelli continui; siamo quindi in presenza di superfici continue portanti e non di un reticolo di elementi puntuali.

Nel primo sistema quindi le pareti non avranno funzione statica, ma solo di tamponamento e di isolamento termico e acustico, nel secondo caso invece svolgeranno contemporaneamente anche la funzione statica. I pannelli portanti in legno massiccio, noti anche come pannelli x-lam, hanno avuto una notevole evoluzione tecnica e sono realizzati mediante incollaggio di più strati di legno disposti perpendicolarmente l’uno all’altro, così da ottenere una notevole resistenza e stabilità dimensionale.

Entrambi i sistemi garantiscono una grande rapidità di esecuzione in cantiere e, dal punto di vista progettuale, risultano molto flessibili, in quanto consentono la massima personalizzazione degli spazi.

Share Button